skip to Main Content

“Ci sono limiti a ogni dominio e leggi per governare ogni potere organizzato. Ma il vagabondo è padrone di tutta la terra che finisce solo dove si unisce all’orizzonte inesistente e il suo impero è intoccabile, perché il suo dominio e il suo godimento di esso sono cose dello spirito”.

ISABELLE EBERHARDT

Back To Top